VOCE DEL VERBO “FASCEGGIARE”: LA FASCEGGIATA ALL’OMBRA DEI TEMPLI

La scorsa settimana è stata una settimana molto particolare, a livello internazionale sono state celebrate ben due pratiche importantissime per una genitorialità ad Alto Contatto ed un buon sviluppo psicofisico del bambino, l’allattamento al seno e il babywearing. La Settimana dell’Allattamento Materno (SAM) e l’International Babywearing Week (IBW) sono coincise, nella settimana dal 2 all’8 ottobre 2017. Continua a leggere

Allattamento al seno: curiosità dal mondo

Si conclude oggi la Settimana Mondiale dell’Allattamento al Seno 2017 (World Breastfeeding Week), il cui obiettivo è quello di promuovere l’allattamento materno affinché aumentino i tassi a livello globale.

settimana-mondiale-dell-allattamento-2017

In occasione della WBW di quest’anno, vi lascio alcune piccole curiosità dal mondo sull’allattamento al seno prese dal web:

• Tra i Pigmei le mammelle sono talmente pendule da poter essere rovesciate sulle spalle e consentire l’allattamento diretto del figlio che così viene trasportato sulla schiena
• Nel Siam e in Giappone la donna allatta il proprio figlio da sdraiata
• Tra gli Eschimesi, che tengono costantemente i figli 2-3 anni in un ampio cappuccio posto sul dorso, l’allattamento avviene senza spostare il lattante dal suo alloggiamento
• In Asia occidentale le madri nutrono i loro figli direttamente su una culla, mantenuta sospesa da un gancio sul soffitto, le culle a terra hanno invece un apposito gancio trasversale su cui la madre può appoggiarsi durante l’allattamento.

Voi ne eravate a conoscenza? Condividete queste curiosità con le altre mamme! 🙂

Dott.ssa Florinda Lo Piano
La Psicologa delle Mamme

La Psicologia del Pannolino

Quali sono gli aspetti psicologici che caratterizzano la delicata fase dello spannolinamento?

Quando cerchiamo informazioni sullo spannolinamento, troviamo tantissimi articoli, davvero utilissimi, che ci danno ottimi pratici suggerimenti per affrontare al meglio questa delicata fase, tanto per il bambino quanto per il genitore. Difficilmente, però, si affronta la questione da un punto di vista psicologico.

aspetti-psicologici-dello-spannolinamento

Mi preme molto, in questo momento, affrontare tale argomento perché, proprio in queste settimane, sono impegnata io stessa nell’aiutare mia figlia a togliere definitivamente il pannolino.

Come tutti  i passaggi più importanti della propria vita, a partire dalla nascita, anche lo spannolinamento è una fase molto complessa e delicata in cui le parole d’ordine da tenere a mente sono ascolto, pazienza e rispetto. Continua a leggere

Il magico potere della routine serale

QUANTO è IMPORTANTE SEGUIRE UNA ROUTINE CHE PRECEDA L’ORA DELLA NANNA?

 

Da qualche tempo mi occupo di Consulenza del Sonno dei Bambini e, proprio a tal proposito, ho avuto l’occasione di approfondire diversi studi in merito e di testare alcuni metodi atti a favorire la nanna dei più piccoli con mia figlia, una bimba di 18 mesi molto vivace, giorno e notte.

E non parlo di quei metodi, ormai tristemente famosi, che consigliano di far piangere i piccoli per ore finché non si rassegnano e si addormentano, assolutamente no! Io non ho mai fatto piangere mia figlia, ho sempre cercato di rispondere alle sue esigenze il prima possibile, anche durante la nanna, e anche nel mio lavoro sostengo i genitori e consiglio sempre metodi dolci e rispettosi dei bisogni dei bambini e della loro fisiologia, nonché della loro persona (perché, come direbbe una mia cara amica, sono delle “piccole persone”, ma pur sempre persone sono e, in quanto tali, vanno rispettate). Continua a leggere

LE MAMME EQUILIBRISTE

 

multitasking

Mamme, quante volte vi siete sentite in bilico tra i figli, il lavoro e i mille impegni della vita quotidiana? Vi siete mai sentite delle vere e proprie “equilibriste”?

Oggi l’essere madre richiede grandi abilità di organizzazione e gestione (della casa, della famiglia, del lavoro, ecc.), le cosidette abilità “multitasking”, nonché pazienza e forza emotiva.
Spesso, quando il carico di impegni e le pressioni a cui si è sottoposte superano le proprie possibilità, le donne si trovano costrette a fare delle rinunce e, nella maggior parte dei casi, queste riguardano l’abbandono del lavoro per potersi prendere adeguatamente cura della propria famiglia. A volte ciò può anche essere causa di frustrazione ed insoddisfazione per una donna che non si sente supportata da un Welfare che non investe sulla maternità e sul futuro della sua popolazione. Continua a leggere